Monthly Archives: marzo 2015

La Storia di Pietro

Un secolo in una vita. Il cinema, la letteratura, le istituzioni, la democrazia. Quando una nuova generazione di giovani comunisti porta nel Pci l’assillo di un confronto con le trasformazioni del capitalismo italiano.  di Luciana Castellina per il Manifesto Ricordo ancora niti­da­mente la prima volta che cele­brai un com­pleanno di Pie­tro Ingrao: era il 1965, lui com­piva cinquant’anni (un’età che

Leggi altro

“Il sistema attuale ha senso solo per l’1% più ricco”

Politica e alternative. Una recensione dell’ultimo libro di David Harvey, “Diciassette contraddizioni e la fine del capitalismo”, uscito in Italia per Feltrinelli David Harvey scherza spesso affermando che “è stato più complicato portare il marxismo nella geografia che viceversa”. Professore di Antropologia e Geografia a CUNY, Harvey si avvicina a Marx relativamente tardi, nei suoi trenta, quando arriva a Baltimore

Leggi altro

Smettiamola di tollerare gli intolleranti

Luigi Manconi, sociologo Dovremmo rivendicare, nel nome della tolleranza, il diritto a non tollerare gli intolleranti.– Karl Popper Il sistema democratico è quello dove la libertà di espressione e di parola trova il suo massimo riconoscimento e prevede le tutele più robuste per la sua piena affermazione. Al contempo è proprio il sistema democratico quello in cui la libertà di

Leggi altro

«Non sarei sincero se dicessi a voi che sono rimasto persuaso»

«Non sarei sincero se dicessi a voi che sono rimasto persuaso» Pietro Ingrao compie cent’anni: è nato prima dell’iPhone e addirittura del telefono a gettoni (ho verificato), ma solo un cretino potrebbe pensare che questo leader così anziano sia anche ‘vecchio’. Tanti auguri, da parte di chi è arrivato dopo, quando di quella passione collettiva non c’era quasi già più

Leggi altro

Quei legami pericolosi tra polis e guerra civile

Questo testo è tratto dal primo capitolo di Stasis di Giorgio Agamben (Bollati Boringhieri pagg. 84, euro 14). Che una dottrina della guerra civile manchi oggi del tutto è generalmente ammesso, senza che questa lacuna sembri preoccupare troppo giuristi e politologi. Roman Schnur, che già negli anni Ottanta formulava questa diagnosi, aggiungeva tuttavia che la disattenzione nei confronti della guerra

Leggi altro

Yemen, chi sono gli Houthi e perché combattono

Gli Houthi contro Usa, Arabia e al Qaeda. L’Iran li finanzia. E Riad li bombarda. Uno scontro politico rischia di far deflagrare tutto il Medio Oriente. Se non fosse per la proverbiale imprevedibilità del Medio Oriente, ibombardamenti sauditi in Yemen (guarda la gallery) sarebbero il segno chiaro che è arrivato lo scontro finale. Uno scontro che aleggia da 36 anni,

Leggi altro

La truffa delle Grandi opere

Sul sistema delle grandi opere, mostra l’inchiesta in corso, è necessario un deciso cambio di passo. A partire dagli effetti distorsivi della Legge Obiettivo, sulla sterminata lista di opere che si vorrebbe realizzare di nessuna utilità collettiva, fino alle deroghe e proroghe che diventano la regola nel sistema degli affidamenti. di Anna Donati La nuova inchiesta della Procura di Firenze

Leggi altro

Il fascino discreto della crisi economica

Il ciclo di interviste a teorici eterodossi a cura degli attivisti della Campagna Noi Restiamo continua. Siamo ormai arrivati all’ottava intervista e la parola va a Richard Walker. Walker è professore emerito presso il Dipartimento di Geografia della University of Berkely (California). La sua ricerca si concentra sulla geografia economica, lo sviluppo regionale, il capitalismo e la politica, le città

Leggi altro

Costruiamo una nuova democrazia alimentare

Oggi le politiche alimentari e agricole sono ostaggio del business internazionale, della globalizzazione, degli interessi delle multinazionali. Un problema dalla gravità ormai evidente che raggiunge il suo apice. L’antidoto? Un cambio di paradigma che parta dal basso, da chi la terra la ama e la lavora, in alleanza con chi gode dei suoi frutti. L’obiettivo? Una nuova democrazia alimentare. da

Leggi altro

La libertà di scelta del malato non va confusa con l’eutanasia

di Chiara Lalli – bioeticista “Nutrizione e idratazione artificiali” si abbreviano con la sigla Nia. Se non siamo medici, o se qualche nostro amico o parente non ne ha avuto bisogno, molto probabilmente non sappiamo di cosa si tratti. Di recente, però, quando si discute di eutanasia, di direttive anticipate di trattamento (o testamento biologico) e di malattie croniche o

Leggi altro
« Vecchi articoli