ECOREATI: PASSA IL DDL AL SENATO, È QUASI FATTA!

reatiambientaliIl ddl sugli ecoreati passa al Senato, siamo vicini all’entrata in vigore di questa nuova legge attesa da anni

Oggi il Senato ha approvato il disegno di legge sugli ecoreati. Si contano 165 voti favorevoli, 49 contrari e 18 astenuti. Ora il provvedimento passa all’esame della Camera. Dopo il voto favorevole della Camera diventerà legge. Si sono schierati a favore la maggioranza, Sel, M5S; contraria Forza Italia e astenuta la Lega.

La legge introduce nuovi reati legati all’inquinamento: si parla di disastro ambientale, di delitti colposi contro l’ambiente, di traffico e abbandono di materiale radioattivo e di impedimento al controllo. Viene introdotto anche il divieto di esplosioni in mare per attività di ricerca e ispezione dei fondali.

Secondo il Ministro della Giustizia (ed ex dell’Ambiente) Andrea Orlando: ‘il disegno di legge è risultato dell’interlocuzione fra le diverse componenti politiche, mi auguro ci sia la stessa interlocuzione, al di là della stretta maggioranza, anche in altre occasioni. Da ministro dell’Ambiente mi recai nella Terra dei fuochi e mi assunsi come impegno quello di procedere verso una riforma complessiva della punibilità dei reati ambientali e mi pare che oggi si sia giunti a questo risultato’.

Soddisfatto anche il WWF: ‘l’adeguamento del Codice penale consente, tra l’altro, di poter contare su un termine di prescrizione più alto. Si ricorda, a tale proposito il caso Eternit: l’intervenuta prescrizione che ha mandato assolti gli imputati e’ dipesa dall’esistenza di reati assolutamente inadeguati rispetto alla gravita’ dei fatti. Nella proposta inoltre si stabilisce che si possano comminare sanzioni penali anche a carico delle persone giuridiche (societa’, imprese) che, spesso, sono le reali responsabili di condotte nocive per l’ambiente’

‘Dopo il voto a larghissima maggioranza del Senato, siamo vicinissimi all’approvazione definitiva di una legge che aspettiamo da oltre 20 anni. La Camera dei deputati metta subito all’ordine del giorno dei lavori il disegno di legge sugli ecoreati e approvi senza fare modifiche questa riforma di civiltà per fermare una volta per tutte i ladri di futuro. La tutela dell’ambiente, della salute e della parte sana dell’economia non possono più aspettare’; questo il commento all’unisono di Stefano Ciafani, vice presidente di Legambiente ed Enrico Fontana, coordinatore nazionale di Libera, presenti in aula questa mattina. ‘Grazie al voto dell’aula di ieri pomeriggio – hanno proseguito – è stata finalmente cancellata la non punibilità dei reati colposi in caso di bonifica, tanto cara a Confindustria, e sono stati apportati ulteriori miglioramenti al testo grazie al voto favorevole della maggioranza, del Movimento Cinque Stelle e di Sel”.

Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti preme affinché la proposta diventi legge al più presto: ‘Siamo ormai all’ultimo miglio di un passaggio storico: chiedo alla Camera di fare presto e di approvare questo testo senza ulteriori modifiche. C’è assoluta  necessità di avere quanto prima a disposizione queste nuove norme per stroncare i business criminali che si arricchiscono inquinando il nostro territorio’.

(di Ecoseven.net)

commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...